script data-ad-client="ca-pub-4728832097714448" async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js"> Angolo di paradiso a Talamone

Il viaggio come obiettivo.

Angolo di paradiso a Talamone

 

Talamone è una frazione del comune di Orbetello nella provincia di Grosseto, nella bella Toscana.

Il borgo è situato su di un promontorio roccioso a picco sul mare sul confine meridionale del Parco Naturale della Maremma, in posizione dominante su tutto il tratto di costa che da Talamone arriva al Monte Argentario, il golfo di Talamone.

 

 

 

Arrivare a Talamone è un po' come scoprirlo; dopo il fitto intricarsi di strade provinciali poco trafficate che si perdono nella campagna rurale Maremmana si scorge il lontananza e all'improvviso dietro una curva lo stagliarsi del borgo a picco su un mare blu che sembra brillare di luce propria.

Da subito si notano le imponenti mura e la rocca che le sovrasta, quasi in contrasto con le lussuose barche ormeggiate al porto.

Talamone non è quasi mai intasato di turisti, si respira la calma e la tranquillità tipiche dei rurali borghi di mare della nostra penisola, dove sembra che il tempo si sia fermato in un letargico aprile.

 

Secondo noi meta perfetta per una fuga dal caos cittadino per un fine settimana, per una gita su due ruote oppure come "campo base" dove prendere un appartamento o una stanza ed profittare per andare a visitare il bellissimo Parco Naturale della Maremma e la Costa d'Argento.  

 

 

Un po' di storia... 

 

Talamone nasce come fiorente città costiera Etrusca e fu teatro di una decisiva battaglia tra Romani e Celti ne 225 a.C. 

Fu dominio degli Aldobrandeschi i quali costruirono l'imponente forte che domina il borgo e le mura che lo cingono nel XIII sec.

Per via della malaria che imperversava nella Maremma nella metà dello scorso millennio, Talamone subì un lungo periodo di abbandono e degrado; in seguito fu ceduto alla Spagna, dopo di che subì l'occupazione francese ed oggi è una fiorente località turistica in uno dei golfi più belli d'Italia. 

 

 

 

 

Cose da vedere 

 

  • Chiesa di Santa Maria Assunta: ricostruita nel 1949 dopo i bombardamenti del 1944 che ne distrussero il precedente edificio risalente al 1374. All'interno sono custodite delle opere seicentesche.

  • Chiesa della Madonna delle Grazie: piccola cappella rurale lungo la strada provinciale che collega Talamone a Fonteblanda. Risalente al XVII secolo.

  • Cimitero di Talamone: al suo interno si trovano alcune cappelle funerarie, il monumentale Mausoleo Vivarelli (1906), opera dell'architetto Lorenzo Porciatti. La cappella De Casa e la cappella Giovani e la cappella Valentini-Catani.

  • Mura di Talamone: una prima cinta muraria fu costruita nel corso del XIII secolo dai conti Aldobrandeschi. La fortificazione fu ristrutturata e potenziata dagli Spagnoli nel corso dei secoli XVI e XVII. La struttura fu ulteriormente danneggiata da bombardamenti nel 1944. Delle antiche porte d'accesso al borgo rimane oggi solo la cosiddetta Porta Garibaldi.

  • Rocca Aldobrandesca: imponente fortezza che domina il borgo di Talamone.

  • Faro di Talamone: faro marittimo risalente al 1865.

  • Torre delle Cannelle: situata a nord del paese su di un promontorio.

 

TESTO: Simone e Jessica

FOTO: Simone Scibelli Fotografia

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Ti potrebbero piacere anche 

Lory's home near Rome ***

July 4, 2020

Casetta del Borghetto ***

July 4, 2020

1/12
Please reload